Odontoiatria estetica

Ormai l’odontoiatria estetica è un cardine fondamentale della professione odontoiatrica attuale.

L’estetica nella società moderna è molto importante ed il sorriso è uno degli elementi chiave che contribuiscono a delineare l’aspetto di un individuo.

 

Il compito del dentista oggigiorno quando deve curare i denti anteriori non è solo togliere il dolore e ripristinare i denti mancanti ma studiare quali sono le soluzioni e i materiali migliori per valorizzare il sorriso del paziente.

 

Da pochissimi anni sono comparse sul mercato nuove tecnologie che ci danno la possibilità di creare corone dentali più naturali, totalmente “bianche” e più traslucenti: denti costruiti in laboratorio sempre più simili ai denti naturali. La metallo ceramica è ancora oggi il sistema di ricostruzione dentale più diffuso. La presenza del metallo impedisce però quella traslucenza propria del dente naturale. In particolari situazioni anatomiche l’aspetto grigio del metallo viene trasmesso ai tessuti gengivali circostanti causando quell’alone grigio che danneggia l’aspetto estetico della corona. Anche con questi nuovi sistemi la realizzazione finale delle protesi, con le indicazioni dell’odontoiatra, dipende dalle capacità dell’odontotecnico, fondamentale per il risultato finale. Le macchine costruiscono l’involucro interno, lo scheletro della struttura; è poi l’odontotecnico che modella le corone per renderle il più naturali possibile e per armonizzarle alle caratteristiche individuali di ogni paziente.

 

L’allumina, zirconio e il disilicato di litio sono 3 nuovi materiali recentemente introdotti nel mercato odontoiatrico che possono sostituire il metallo delle corone.

Sono bianchi e molto estetici; l’allumina e il disilicato di litio, più traslucente, sono indicati per ricostruire i denti anteriori, lo zirconio,più resistente, si può utilizzare sia per i denti posteriori che per i denti anteriori. Sono tutti materiali molto biocompatibili e permettono preparazioni dei denti più conservative allo scopo di preservare maggior tessuto dentale residuo del paziente.

Le parti interne delle corone in allumina e in zirconio sono realizzate con sistemi computerizzati ad altissima tecnologia.

Blocchi di zirconia e allumina vengono fresati con apparecchiature molto sofisticate che garantiscono un’estrema precisione. Il disilicato di litio viene utilizzato attraverso un processo di pressofusione.

 

Questi materiali hanno una documentazione scientifica molto recente. Solo odontoiatra è in grado di decidere quando possono rappresentare un'alternativa migliore rispetto ai materiali più tradizionali, rappresentati dalle corone in metallo-ceramica.

 

Le corone dentali ricoprono tutto il dente residuo al di fuori della gengiva.

Le faccette costituiscono solo la parte esterna del dente, sono più sottili e permettono un maggior risparmio dentale.

 

I sistemi computerizzati ad altissima tecnologia sono localizzati in centri di produzione specifici con un costante aggiornamento dei software.

 
| + - | RTL - LTR